50 Best Fece Ad Images in 2020 - BigSpy

Biscottificio Antonio Mattei
Roba da Donne - Il Social Magazine femminile
Motorionline - Magazine di Auto e Moto, Formula 1, MotoGP e Motorsport
Facebook
la Repubblica - News in tempo reale - Le notizie e i video di politica, cronaca, economia, sport
Rivoluzione Liberale - La rivista del Partito Liberale Italiano
Roba da Donne - Il Social Magazine femminile
- zonedombratv.it
A mani nude – Blog di Maria Adele Cipolla, scritti e riflessioni dalla frontiera d'Europa
Noi sosteniamo Angelo Niceta
RiEnergia ambiente e risorse, punto per punto
Acerbo è maturo
Home - Il Quotidiano del Sud
Giannella Channel • Il blog di Salvatore Giannella
Giannella Channel • Il blog di Salvatore Giannella
[Libro] - Scrivere per Vendere - La Bibbia del Copywriting - Marco Lutzu
Uomo barbuto del Dakota diventa milionario vendendo… PIETRE?! Ecco il suo segreto... Gary, come ogni sera, era al “Black Watch” di Los Gatos per bere una birra insieme agli amici. Una sera come le altre… o almeno così sembrava. Tra un boccale e l’altro, si mette ad origliare un’accesa discussione tra i suoi compari di bevute. Non parlano di donne, né di motori e tantomeno di sport. Per quanto possa sembrare strano per un gruppo di uomini californiani tracanna birre, l’argomento del giorno sono gli animali domestici… …per la precisione, lamentele sugli animali domestici. “Eh, il mio cane fa la pipì sul tappeto” “Il mio gatto ha rovinato il divano a suon di unghiate” Così Gary, con la sua solita ironia (e dopo qualche bicchiere di troppo), irrompe nella discussione: “Ragazzi, è per questo che l’animale domestico perfetto è LA PIETRA. Non vi causerà mai problemi del genere” Et voilà, risate scroscianti degli amici di bevute. Se ora ti dicessi che questa battuta è valsa a Gary oltre 15 milioni di dollari, non mi crederesti, vero? Eppure è la realtà dei fatti. Tra poco ti svelerò anche qual è il suo segreto. Una persona normale si sarebbe fermata a quella battuta, dimenticandosene dopo qualche altro sorso di birra… …ma Gary non era una persona normale. Era uno di quei tizi coscienti di cosa si può ottenere quando sai… “Scrivere per Vendere”. Si mise a riflettere e pensò che quell’idea poteva essere impacchettata in un prodotto capace di far scaturire la stessa reazione dei suoi amici… …ma a milioni di persone in tutti gli Stati Uniti D’America. Così Gary reclutò due colleghi come investitori, visitò un negozio di forniture per l'edilizia e comprò un carico di pietre da spiaggia messicane lisce, a circa un centesimo l’una. Poi fece costruire delle custodie di cartone, complete di fori per l’aria, dove ogni “pietra domestica” veniva poggiata teneramente su un nido di ramoscelli. E poi, il colpo da maestro, Il vero segreto di questa campagna, che ti spiegherò più tardi nel dettaglio: Un manual
Fanpage
5 maggio 2010, Roma-Inter, finale di Coppa Italia. "Balotelli me lo mormora a gioco fermo. E aggiunge un insulto. La misura ormai è colma": http://fanpa.ge/E2vxy
[Libro] - Scrivere per Vendere - La Bibbia del Copywriting - Marco Lutzu
Uomo barbuto del Dakota del nord diventa milionario vendendo… PIETRE?! Ecco il suo segreto Gary, come ogni sera, era al “Black Watch” di Los Gatos per bere una birra insieme agli amici. Una sera come le altre… o almeno così sembrava. Tra un boccale e l’altro, si mette ad origliare un’accesa discussione tra i suoi compari di bevute. Non parlano di donne, né di motori e tantomeno di sport. Per quanto possa sembrare strano per un gruppo di uomini californiani tracanna birre, l’argomento del giorno sono gli animali domestici… …per la precisione, lamentele sugli animali domestici. “Eh, il mio cane fa la pipì sul tappeto” “Il mio gatto ha rovinato il divano a suon di unghiate” ecc. ecc. Così Gary, con la sua solita ironia (e dopo qualche bicchiere di troppo), irrompe nella discussione: “Ragazzi, è per questo che l’animale domestico perfetto è LA PIETRA. Non vi causerà mai problemi del genere” Et voilà, risate scroscianti degli amici di bevute. Se ora ti dicessi che questa battuta è valsa a Gary oltre 15 milioni di dollari, non mi crederesti, vero? Eppure è la realtà dei fatti. Tra poco ti svelerò anche qual è il suo segreto. Una persona normale si sarebbe fermata a quella battuta, dimenticandosene dopo qualche altro sorso di birra… …ma Gary non era una persona normale. Era uno di quei tizi coscienti di cosa si può ottenere quando sai… “Scrivere per Vendere”. Si mise a riflettere e pensò che quell’idea poteva essere impacchettata in un prodotto capace di far scaturire la stessa reazione dei suoi amici… …ma a milioni di persone in tutti gli Stati Uniti D’America. Così Gary reclutò due colleghi come investitori, visitò un negozio di forniture per l'edilizia e comprò un carico di pietre da spiaggia messicane lisce, a circa un centesimo l’una. Poi fece costruire delle custodie di cartone, complete di fori per l’aria, dove ogni “pietra domestica” veniva poggiata teneramente su un nido di ramoscelli. E poi, il colpo da maestro, Il vero segreto di questa campagna, che ti spiegherò più tar
Valori | Notizie di finanza etica ed economia sostenibile
[Libro] - Scrivere per Vendere - La Bibbia del Copywriting - Marco Lutzu
Un giorno Eminem scese nelle strade di Detroit per incontrare i suoi amici sulla 8Mile. Erano i tempi di “The Eminem Show” e il rapper bianco incassava già milioni di dollari grazie alle sue barre. Nonostante ciò, a lui non importava. Voleva vivere la strada come quando alloggiava in un vecchio caravan fatiscente. Quella vera. Quella che grazie alle sue vie impervie l’aveva portato al successo. Durante la camminata fu bloccato da numerosi fan, di continuo. La situazione lo riempiva di gioia, ma allo stesso tempo lo stressava. D’un tratto vide qualcosa di strano. Un ragazzo con delle Air Jordan accovacciato sul ciglio della strada lo fissava… ma non sembrava volere un autografo. Così Em’ si avvicino, per vedere se fosse tutto ok: “Ehi bro, tutto bene?” Il ragazzo gli fece una domanda, diretta, senza pensarci troppo su: “Come fai a trasformare le tue parole in soldi?” Marshall rimase di sasso. Non aveva mai pensato a cosa realmente lo avesse portato al successo. Ma a d’un tratto rispose: “Penso alle persone che mi ascoltano. Sempre.” “Grazie” - rispose il misterioso ragazzo, dopo essersi alzato e avviatosi lungo la 8Mile. Dopo anni quel ragazzo capì come trasformare le parole in soldi… ma senza fare canzoni. Quel misterioso individuo era Marco Lutzu, il punto di riferimento italiano del copywriting - l’arte di “Scrivere Per Vendere”. Ovviamente è una burlata, ma credo che questa storia ti abbia intrattenuto se sei arrivato sino a qui. Se ti è piaciuta questa storia e vorresti imparare a scriverne come questa, capaci di coinvolgere il lettore, puoi scoprire come fare a questo link: https://bit.ly/SpV-Mk3 Noi ci vediamo sulla 8Mile road! :-) Marco Clicca qui https://bit.ly/SpV-Mk3 e assicurati la tua copia del libro + 18 ore di videocorsi inclusi.
Luca Orlando
Perché lo facciamo? Siamo imprenditori, coraggiosi e ambiziosi, audaci e un pò folli. Eppure, nonostante la nostra continua voglia di migliorare il nostro business, capita di cadere o “barcollare”. Alcuni rimangono a malapena “a galla”, tra imposte e regolamenti senza logica che “sbranano” i profitti… già bassi! E spesso, tutto questo ha risvolti anche nel clima familiare che viene intaccato dal nostro umore il 90% delle volte. Uscirne può essere complesso, è vero. Ma se pensiamo ai 1600 tentativi di Thomas Edison prima di inventare la Lampadina… …tutto è più FACILE! In fondo siamo Innovatori anche noi. RIFLETTERE. A volte questa è la singola cosa da fare. E la frenetica Vita che svolgiamo insieme alle continue distrazioni e notifiche di ogni genere, non ci aiuta. FALLO ORA. Dal mio punto di vista personale, dopo essere diventato libero dal mio lavoro dipendente e aver aiutato diversi Imprenditori e Studenti ad oggi… L’ERRORE che vedo più spesso fare è sempre lo stesso. Non Evolversi Costantemente. Stiamo assistendo all’Apocalisse del Retail (crisi delle attività su strada). In America anche grandi Brand iniziano a inginocchiarsi, feriti dalla Spada dell’Ecommerce. Vecchi schemi, gerarchie inflessibili e amministratori delegati obsoleti e non aggiornati...ed è così che anche i giganti cadono. VINCE CHI SI EVOLVE. Einstein scriveva:”È nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie.” E per crisi non si intende solo quella economica. Quando ero un dipendente statale (posto fisso), dormivo male la notte ed ero perennemente imbronciato (ti racconterò il motivo nel training…). Quella era la mia “Crisi personale”, nonostante i 2000 euro di stipendio che percepivo (straordinari inclusi). • Inventiva, Scoperte, Grandi Strategie. Fu quella crisi che mi fece EVOLVERE e approcciare alla vendita online fino a generare un importo tale da poter acquistare una SuperCar (e senza fare gli straordinari questa volta). “L’ebbrezza delle notifiche dei pagamenti di prima mattina appena sveg
Gianpaolo Antonante Official Site | Il Web Marketing Spiegato "Semplice" all'imprenditore
. ̀ . --------------------- Pierangelo è un nostro cliente "storico". E' un traduttore specializzato in olandese e lingue scandinave. Ed è di una simpatia straordinaria. Ricordo bene i discorsi che mi fece all'inizio, quando lo conobbi. Era stanco di sottostare ai "rivenditori", che nel suo caso sono le agenzie di traduzioni che subappaltano i lavori ai professionisti come lui, e con le quali la soddisfazione era poca (oltre a dover troppe volte combattere sul prezzo). L'anno scorso, dopo già un bel pezzo di lavoro fatto assieme, invitandomi a pranzo mi confesso che grazie al lavoro online si sentiva più LIBERO Perchè è questo che controllare l'acquisizione dei clienti regala oltre ai soldi: la LIBERTA' (dalle agenzie di traduzione, nel suo caso) Questo un estratto della sua testimonianza: " 3 ℎ . , ' ̀ . ℎ " Grazie Pierangelo della fiducia. Avan
ClickFunnels™ - Marketing Funnels Made Easy
[TRATTO DA UNA STORIA VERA: COME SCALARE LA CLASSIFICA DI TRIPADVISOR E MOLTIPLICARE I FATTURATI] Settimana scorsa ho chiamato un cliente al quale gestisco il profilo TripAdvisor del suo ristorante. https://noalematteodigitalbusiness.clickfunnels.com/home Volevo ragionare insieme a lui per capire come pensava di affrontare la situazione e pianificare una strategia insieme. Però questa telefonata è stata diversa da tutte le altre che abbiamo fatto in passato. In questa telefonata mi ha detto una cosa che mi ha lasciato letteralmente senza parole. Ma facciamo un passo indietro. Poco meno di sei mesi fa, questo mio cliente cercava qualcuno che gli sistemasse la situazione "classifica di TripAdvisor". Mi disse che Il suo ristorante era sempre stato tra i primi dieci e non si capacitava del perché di punto in bianco si ritrovasse in trentesima posizione. Allora, come faccio di consueto presi qualche giorno per analizzare a fondo la situazione e contattare direttamente TripAdvisor per approfondire la cosa. Capii fin da subito però che il suo locale aveva delle grandi potenzialità da esprimere. Dopo averci ragionato un po su, decisi di prenderlo come cliente, lo chiamai e gli dissi: Claudio, tra 90 giorni sarai tra i primi 10. Ci fu un attimo di silenzio interrotto poco dopo da un suo: "Ahahahah va bene Matteo." Non so se mi avesse creduto, ma io ero convinto di poterlo fare. Be, te la faccio breve, 90 giorni dopo il suo ristorante era salito dalla trentesima posizione all'ottava su più 3700 ristoranti. Potete immaginare la sua felicità. Quando lo feci chiamare dal mio collaboratore per il rinnovo del contratto non ci pensò neanche 1 secondo. Il che mi fece capire che era soddisfatto del lavoro che avevamo svolto. Ok Matteo, ma quindi?cosa ti ha detto al telefono? Mi ha detto che grazie al lavoro che abbiamo svolto su TripAdvisor nei mesi di Gennaio e Febbraio non aveva mai lavorato così tanto. E che se non ci si metteva di mezzo questo cavolo di virus, aveva stimato di raddoppiare i fatturati rispe
Pacific Rebirth
“Parole, Parole…Parole e Soltanto Parole” Quante volte me l’hanno detto… É questione di parole! Questa é la strategia per fare buona impressione. Ero un archeologo del Web e scavavo in cerca di quella giusta parola ed ero molto teso, come la notte prima degli esami. Ma c’era un problema che mi bloccava: erano troppe tutte queste frasi. Sopratutto sempre le stesse dette e ridette, e io diventavo sempre più confuso e sempre più titubante di quello che leggevo… Ma poi una mi ispirò, qualcosa che c’entrava col "sorriso che fa scoprire la bellezza del mondo" e cose di questo tipo. E quella volta gliela dissi con tono deciso …Ma il suono di una risata trattenuta mi fece capire tutto. Avevo floppato. Esame non superato e io ero demotivato perchè mi ero preparato tantissimo di fronte allo specchio. La buona impressione me l’ero fatta da solo. “..Parole e soltanto parole.” Ecco cos’erano… E capito quello tutto mi divenne chiaro e cristallino come mai prima. Io sono Ilyas e ho preparato un breve Videocorso in cui ti mostro il mio protocollo step by step di come ho superato tutto questo smettendo di cercare la parola giusta e di come altre decine di persone hanno capito che la buona prima impressione é solo una trappola. Clicca su scopri di più e ci vediamo dentro!
La Sepoltura della Letteratura - con la forza dell'arte
Corriere della Sera - Ultime Notizie
Sогpгеոdеոtеmеոtе, ѕоlо il 2,6% dеgli itаliаոi lо ѕa!
Codice Food
[TRATTO DA UNA STORIA VERA: COME SCALARE LA CLASSIFICA DI TRIPADVISOR E MOLTIPLICARE I FATTURATI] Settimana scorsa ho chiamato un cliente al quale gestisco il profilo TripAdvisor del suo ristorante. https://www.codicefood.it/manualegratuito Volevo ragionare insieme a lui per capire come pensava di affrontare la situazione e pianificare una strategia insieme. Però questa telefonata è stata diversa da tutte le altre che abbiamo fatto in passato. In questa telefonata mi ha detto una cosa che mi ha lasciato letteralmente senza parole. Ma facciamo un passo indietro. Poco meno di sei mesi fa, questo mio cliente cercava qualcuno che gli sistemasse la situazione "classifica di TripAdvisor". Mi disse che Il suo ristorante era sempre stato tra i primi dieci e non si capacitava del perché di punto in bianco si ritrovasse in trentesima posizione. Allora, come faccio di consueto presi qualche giorno per analizzare a fondo la situazione e contattare direttamente TripAdvisor per approfondire la cosa. Capii fin da subito però che il suo locale aveva delle grandi potenzialità da esprimere. Dopo averci ragionato un po su, decisi di prenderlo come cliente, lo chiamai e gli dissi: Claudio, tra 90 giorni sarai tra i primi 10. Ci fu un attimo di silenzio interrotto poco dopo da un suo: "Ahahahah va bene Matteo." Non so se mi avesse creduto, ma io ero convinto di poterlo fare. Be, te la faccio breve, 90 giorni dopo il suo ristorante era salito dalla trentesima posizione all'ottava su più 3700 ristoranti. Potete immaginare la sua felicità. Quando lo feci chiamare dal mio collaboratore per il rinnovo del contratto non ci pensò neanche 1 secondo. Il che mi fece capire che era soddisfatto del lavoro che avevamo svolto. Ok Matteo, ma quindi?cosa ti ha detto al telefono? Mi ha detto che grazie al lavoro che abbiamo svolto su TripAdvisor nei mesi di Gennaio e Febbraio non aveva mai lavorato così tanto. E che se non ci si metteva di mezzo questo cavolo di virus, aveva stimato di raddoppiare i fatturati rispetto all'anno precedente. Questo è un palese caso studio di come TripAdvisor con le giuste strategie può aumentare in maniera esponenziale il fatturato del tuo ristorante. Vuoi scoprire come puoi farlo anche tu per il tuo ristorante? Scarica ora il manuale gratuito che ti permetterà di trasformare TripAdvisor da nemico a fedele alleato. Per scaricare la guida non devi fare altro che cliccare sul pulsante "scarica ora" o sul link in descrizione. https://www.codicefood.it/manualegratuito Ci si vede. Tripman.
Will media
No, la Gioconda non ce l’ha rubata la Francia e non «deve» stare in Italia. Una delle teorie complottiste più dure a morire vuole che il quadro venne saccheggiato dai francesi durante le spoliazioni napoleoniche in Italia. Ma non è così. Il ritratto più famoso del mondo fu portato dallo stesso Leonardo con sé in Francia e fu poi venduto dall’artista al sovrano Francesco I. Secondo le ricostruzioni, dopo la rivoluzione francese venne spostato al Museo del Louvre. E lì vi rimase, salvo qualche «trasferta», fino al 21 agosto 1911, quando venne portato via. ⁣ ⁣ Per giorni le autorità andarono alla ricerca di indizi sul colpevole. Tra i sospettati finirono il poeta francese Guillaume Apollinaire, il pittore Pablo Picasso e persino l'Impero tedesco. Anni dopo, si scoprì, a rubare il quadro era stato l’operaio del Louvre Vincenzo Peruggia. Originario di Dumenza (Varese), l’uomo si era rinchiuso nello sgabuzzino del museo, aveva staccato il dipinto ed era uscito con il ritratto nascosto sotto il cappotto. Il suo gesto fu politico: anche Peruggia credeva che il quadro fosse stato rubato da Napoleone e dovesse tornare in Italia. Dopo averlo tenuto per due anni in una valigia nascosta sotto il letto in una pensione di Parigi, se ne andò a Firenze per rivendere l’opera a un antiquario. Il quale, insospettito dall’offerta, avvisò le autorità. Il quadro venne recuperato, Peruggia venne condannato ad appena un anno di prigione. ⁣ ⁣ Scontata la pena, tornò a fare l'imbianchino. Andò a combattere nella Prima guerra mondiale, e finì in un campo di prigionia austriaco. Quando venne liberato, tornò in Italia, si sposò con una donna 15 anni più giovane, ebbe una figlia e morì poco dopo. Pochi anni fa, la figlia Celestina ha rivelato a Stile Arte gli ultimi anni di vita di suo padre. Che, non pago di essere stato espulso dalla Francia come ospite indesiderato, volle beffare tutti una seconda volta. «Fece un nuovo passaporto con il suo secondo nome, Pietro, e rientrò a Parigi. Lì non fu mai tradito dagli italiani del quartiere che gli volevano bene». Morì d'infarto pochi anni dopo. Oggi è sepolto al cimitero. In Francia. ⁣ ⁣ #Gioconda #LeonardoDaVinci
ARTE, the European culture TV channel, free and on demand
ARTE, the European culture TV channel, free and on demand
Learning to Quit - Start Reading for FREE
Era il 31 Dicembre 2017 e stavo pensando a quanto potessero essere importanti i . Decisi quindi di creare i primi contenuti e metterli online un mese dopo: nel primo anno la pagina fece 50 mila follower, nel secondo arrivò quasi a 90 mila⬆️. Oggi lavoro esclusivamente con i social, potenzialmente potrei farlo dalla spiaggia come dalla montagna. E soprattutto fatturo delle cifre importanti, senza avere delle spese fisse. Ho scritto una guida che ti insegnerà tutto quello che devi sapere per poter fare del tuo . € , con il codice sconto: "MENTALITA", solo per i primi 1000⏳, è un vero REGALO. E' il momento di iniziare, non dopo, non domani, non lunedì prossimo...ORA
ClickFunnels™ - Marketing Funnels Made Easy
“Due strade divergevano nel bosco, ed io… io scelsi quella meno battuta e questo fece la differenza.” Questa citazione ha fatto la differenza nella mia vita Ogni volta mi dava la carica per metterci il 200%. Mentre preparavo questa lezione GRATIS riguardo Instagram ... Mi sono presto reso conto che le strategie pratiche battono di gran lunga i discorsi teorici. Ed è su questo che ho deciso di concentrarmi. E’ proprio la PRATICA che porta RISULTATI. Per questo ho scelto contenuti adatti. Non ti parlerò di concetti generali su Instagram Ecco cosa troverai al suo interno: 1) Esempi reali di strategie da utilizzare con Instagram. 2) Individuare i clienti e metodi per chiuderli. 3) Ti mostrerò step by step 3 fasi replicabili e testate. Ormai l'avrai capito. Il mio scopo è quello di fornirti informazioni che puoi applicare fin da subito. Partendo da zero. Anche senza avere esperienza.
Alfio Bardolla Training Group S.p.A
In questo momento storico molte persone si trovano costrette a dover ricominciare da zero. Se mi chiedessi qual è la migliore opportunità da cui iniziare ti risponderei senz’altro gli Investimenti Immobiliari. È proprio da qui che sono partito io. Eh sì, non sono sempre stato ricco; in passato mi sono trovato in serie difficoltà economiche e, anche se è stata dura, non ho accettato quella situazione, non mi sono pianto addosso. Mi sono guardato intorno e ho cercato soluzioni. Ne sono uscito così, rivoluzionando totalmente la mia vita. Il mio percorso verso la Libertà Finanziaria, e più precisamente come investitore immobiliare, è iniziato da uno Stralcio, ovvero da un’operazione immobiliare completamente senza soldi. Quando la mia prima impresa, che misi in piedi per potermi pagare la retta universitaria, fallì, la casa dei miei genitori, data in garanzia, venne pignorata. A questo punto avevo due scelte: 1. dare la colpa alla catena di eventi sfortunati, subirli uno dopo l’altro, e, peggio ancora, farli subire anche alla mia famiglia; 2. prendermi le mie responsabilità, rimboccarmi le maniche e fare qualcosa. Scelsi la seconda. Iniziai a studiare come funzionano le aste immobiliari e fu lì che scoprii la procedura di stralcio, sconosciuta anche alla maggior parte degli operatori del settore. Grazie a questa procedura trovai un accordo con le banche, che mi salvò dalla messa all'asta della casa. Questa terribile situazione mi fece capire una cosa: non avrei mai voluto un tipo di ricchezza legata al solo lavoro, anche dipendente. Oggi posso dire di avere raggiunto il mio obiettivo: sono un investitore immobiliare affermato, oltre che un imprenditore, che ha fatto operazioni per un totale di oltre 50 milioni di euro, e ho formato più di 43.000 persone nel mercato immobiliare. Capisci adesso? Ecco perché ho la certezza che sia possibile cambiare la tua situazione, finanziaria e personale, se ti lasci guidare dalle giuste convinzioni e segui l’esempio di chi ha già ottenuto risultati. Inizia da subito. Guarda la mia Nuova Masterclass Gratuita in Investimenti Immobiliari --> https://bit.ly/2UWRQfh
[Libro] - Scrivere per Vendere - La Bibbia del Copywriting - Marco Lutzu
Uomo barbuto del Dakota del nord diventa milionario vendendo… PIETRE?! Ecco il suo segreto Gary, come ogni sera, era al “Black Watch” di Los Gatos per bere una birra insieme agli amici. Una sera come le altre… o almeno così sembrava. Tra un boccale e l’altro, si mette ad origliare un’accesa discussione tra i suoi compari di bevute. Non parlano di donne, né di motori e tantomeno di sport. Per quanto possa sembrare strano per un gruppo di uomini californiani tracanna birre, l’argomento del giorno sono gli animali domestici… …per la precisione, lamentele sugli animali domestici. “Eh, il mio cane fa la pipì sul tappeto” “Il mio gatto ha rovinato il divano a suon di unghiate” ecc. ecc. Così Gary, con la sua solita ironia (e dopo qualche bicchiere di troppo), irrompe nella discussione: “Ragazzi, è per questo che l’animale domestico perfetto è LA PIETRA. Non vi causerà mai problemi del genere” Et voilà, risate scroscianti degli amici di bevute. Se ora ti dicessi che questa battuta è valsa a Gary oltre 15 milioni di dollari, non mi crederesti, vero? Eppure è la realtà dei fatti. Tra poco ti svelerò anche qual è il suo segreto. Una persona normale si sarebbe fermata a quella battuta, dimenticandosene dopo qualche altro sorso di birra… …ma Gary non era una persona normale. Era uno di quei tizi coscienti di cosa si può ottenere quando sai… “Scrivere per Vendere”. Si mise a riflettere e pensò che quell’idea poteva essere impacchettata in un prodotto capace di far scaturire la stessa reazione dei suoi amici… …ma a milioni di persone in tutti gli Stati Uniti D’America. Così Gary reclutò due colleghi come investitori, visitò un negozio di forniture per l'edilizia e comprò un carico di pietre da spiaggia messicane lisce, a circa un centesimo l’una. Poi fece costruire delle custodie di cartone, complete di fori per l’aria, dove ogni “pietra domestica” veniva poggiata teneramente su un nido di ramoscelli. E poi, il colpo da maestro, Il vero segreto di questa campagna, che ti spiegherò più tardi nel dettaglio: Un manuale di accompagnamento sulla cura, l'alimentazione e l'addestramento domestico della “Pietra” (lo so, forse non ci hai ancora capito niente. Troverai più chiarezza tra non molto.). È da questa pazza idea che nacque: “Pet Rocks”, ovvero delle pietre domestiche accompagnate da Pedigree. Il prodotto era pronto… però ora andava venduto. Già quella famosa sfida de “Vendimi una penna” è ardua… “Vendimi una pietra” rasenta l’impossibile. Almeno per chi non sa “Scrivere per Vendere”, ovvero chi non conosce l’arte del copywriting. Ma Gary era un copywriter. Un grande copywriter. Scrisse un annuncio seguendo i canoni della disciplina e lo pubblicò su diverse riviste in concomitanza del natale 1975. Un tempismo perfetto, vista la totale confusione delle famiglie sul regalo da fare ai propri cari durante il periodo natalizio. Risultato? 1.5 MILIONI di pietre vendute nel giro di 3 mesi. Dopo 6 mesi le vendite superarono i 15 milioni di dollari e Gary diventò il più classico dei “self-made millionaire”, ovvero un milionario dal giorno alla notte. Già… VENDENDO PIETRE. Come dicevo poco fa, per stessa ammissione di Gary, tutto ciò non sarebbe mai stato possibile senza le sue abilità da copywriter. Lascia che dia il via ad una riflessione. Se il copywriting può vendere milioni di inutili pietre, con attaccati milioni di dollari… …cosa può fare con dei prodotti e servizi “normali”? La soluzione mi sembra piuttosto ovvia. È per questo che il copywriting è essenziale per qualsiasi tipo di business. Fa la differenza perché cattura l’attenzione dei potenziali clienti e li porta a interessarsi al prodotto o servizio di un’azienda e… …come hai potuto vedere, se utilizzato nella maniera corretta, vende persino delle pietre! :D È questa consapevolezza che mi ha portato a scrivere la prima e unica bibbia del copywriting in italiano: “Scrivere per Vendere”. All’interno spiego in modo semplice, anche per chi è agli inizi, come scrivere annunci efficaci e che vendono… …grazie all’esperienza maturata dopo ce
Homepage - Zeta Vision
WEGLINT
WEGLINT
Peppe Pinto - Personal Trainer
Sin dai tempi della sua prima apparizione la statua del David fece scalpore e tutti si immedesimarono con l'aspetto atletico e fiero del giovane eroe, interpretandolo come espressione di forza e potenza. Ma il David era stato solo fortunato a nascere con la giusta genetica? Beh.. forse questo è quello che ci hanno fatto credere durante tutti questi anni.. Un po' di anni fa, anche io lo pensavo e mi sentivo molto frustato, e mentre continuavano a mettermi in testa queste idee, io mi sentivo sempre più solo! E allora, l’unico modo per poter uscire da questa mia condizione fisica e mentale, era aggirare l’ostacolo, quindi ad un certo punto non ho voluto più ascoltare quelle voci. Sarò sincero, non è stato facile, ma oggi posso dire che ce l’ho fatta! E sono talmente entusiasta che ho deciso di condividere tutto ciò che ho studiato e sperimentato (soprattutto su me stesso), con chi oggi crede che la genetica sia tutto ! Ribadisco la mia sincerità, non sono un mago e ne ho formule magiche da distribuire, ma sono in possesso di pochi step semplici ma fondamentali, che possono far urlare a tutti che: LA GENETICA E’ UNA SCUSA! Tutto ciò che ho scoperto, ho deciso di racchiuderlo in un evento live unico e irripetibile! Carta e penna FONDAMENTALI, il 15 giugno ore 21, WEBINAR GRATUITO “la genetica è una scusa” Iscriviti ora al webinar e clicca qui in basso per prendere il tuo posto in aula.
[Libro] - Scrivere per Vendere - La Bibbia del Copywriting - Marco Lutzu
Un giorno Eminem scese nelle strade di Detroit per incontrare i suoi amici sulla 8Mile. Erano i tempi di “The Eminem Show” e il rapper bianco incassava già milioni di dollari grazie alle sue barre. Nonostante ciò, a lui non importava. Voleva vivere la strada come quando alloggiava in un vecchio caravan fatiscente. Quella vera. Quella che grazie alle sue vie impervie l’aveva portato al successo. Durante la camminata fu bloccato da numerosi fan, di continuo. La situazione lo riempiva di gioia, ma allo stesso tempo lo stressava. D’un tratto vide qualcosa di strano. Un ragazzo con delle Air Jordan accovacciato sul ciglio della strada lo fissava… ma non sembrava volere un autografo. Così Em’ si avvicino, per vedere se fosse tutto ok: “Ehi bro, tutto bene?” Il ragazzo gli fece una domanda, diretta, senza pensarci troppo su: “Come fai a trasformare le tue parole in soldi?” Marshall rimase di sasso. Non aveva mai pensato a cosa realmente lo avesse portato al successo. Ma a d’un tratto rispose: “Penso alle persone che mi ascoltano. Sempre.” “Grazie” - rispose il misterioso ragazzo, dopo essersi alzato e avviatosi lungo la 8Mile. Dopo anni quel ragazzo capì come trasformare le parole in soldi… ma senza fare canzoni. Quel misterioso individuo era Marco Lutzu, il punto di riferimento italiano del copywriting - l’arte di “Scrivere Per Vendere”. Ovviamente è una burlata, ma credo che questa storia ti abbia intrattenuto se sei arrivato sino a qui. Se ti è piaciuta questa storia e vorresti imparare a scriverne come questa, capaci di coinvolgere il lettore, puoi scoprire come fare a questo link: https://bit.ly/352PyPm Noi ci vediamo sulla 8Mile road! :-) Marco Clicca qui https://bit.ly/352PyPm e assicurati la tua copia del libro + 18 ore di videocorsi inclusi.
Inter Serie A - News e le ultime notizie - Nerazzurri Siamo Noi
ClickFunnels™ - Marketing Funnels Made Easy
Come è riuscito un universitario in crisi a passare da, consegnare pizze a domicilio e avere paura per il proprio futuro a… … fare business online lavorando da qualsiasi parte del mondo, senza limiti di tempo e orario, semplicemente mandando una candidatura. Questa è la storia vera di come mi sentivo anni fa… Al tempo studiavo per la laurea in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino. Bastava dirlo in giro e le persone si complimentavano o addirittura: “ma lo sai che è sempre stato il mio sogno, se potessi tornare indietro…“ Bei tempi. Non capivo da dove provenisse quel rispetto incondizionato, ma devo ammettere che era piacevole. Ma facciamo un passo in dietro… … come ci sono finito? “Il mondo avrà sempre bisogno degli ingegneri” – dicevano. Volevo approfittare di questa diceria e accaparrarmi un bello stipendio sicuro. Il primo anno procede abbastanza bene. Media bassa ma gli esami li avevo dati. Era il primo anno lontano da casa, o meglio, che vivevo da solo. E conobbi una parte di me ancora sopita… … avevo una voglia smisurata di diventare ricco. Sembra banale, ma il fatto di prendere a pugni la macchinetta del caffè quando non mi ridava il resto… … mi fece rendere conto della reale situazione. Ero povero in canna. I miei non potevano permettersi di mantenermi per un altro anno… … quindi, o trovavo un lavoro, o tornavo a casa. Una di quelle scelte che possono cambiare radicalmente il futuro di chiunque. Opto per il lavoro. Non volevo mollare gli studi. Inizio così a rimboccarmi le maniche e cercare il modo di arrivare a fine mese. Ho fatto di tutto. Cameriere. Lava piatti. Portavo le pizze a domicilio. Non era un bel periodo. Sveglia presto per andare a lezione. Dopo pranzo studiavo. Nel pomeriggio attaccavo a lavorare fino a tarda serata. Zero distrazioni e zero svago. Volevo studiare per avere in futuro, il controllo della mia vita,… … e quella speranza la difendevo con le unghie e con i denti. Poi, mesi dopo… … arriva la fatidica mail dal Politecnico: “Caro studente, la informiamo che la sua media è inferiore agli standard richiesti, indi non beneficerà più della borsa di studio” Ero sul punto di crollare. Questo per me significava – GAME OVER – I giochi erano finiti, non sarei mai riuscito ad andare andanti senza i sussidi del Politecnico. Ero così disperato. Ricordo che l’unica cosa che mi venne in mente è stata… … chiedere al dio Google come guadagnare online. È successo anche a te vero? Lo so, ci siamo passati tutti. Un classico per i fannulloni che vogliono fare soldi senza spezzarsi la schiena. Ma non era il mio caso. Io avevo la fame di chi, se non trova un modo, finisce per strada. In quel periodo passavo settimane chiuso in casa a… …leggere articoli, vedere video, comprare corsi (per quanto potessi spendere) dei vari business online. Amazon fba, dropshipping, affiliate marketing, self sublishing… Avevo aperto lo scrigno delle meraviglie. Le promesse erano che attraverso quei business online si poteva guadagnare in un mese quello che… … un ingegnerie guadagna in un intero anno! Il solo pensiero mi eccitava come un bambino difronte un vasetto di nutella. Ma si trattava di comprare costosi corsi da migliaia di euro. Studiarli nei minimi dettagli. Investire altri soldi per iniziare il business. Fare i primi errori… … il che significava perdere altri soldi. Cercare di perseverare malgrado la gente intorno a te ti dice di mollare e di trovarti un lavoro “serio”. Questa è la normalità per chi vuole fare business, non c’è garanzia di riuscita. Ma io non potevo permettermi il lusso di fallire. Avevo una sola possibilità, e non potevo giocarmela come viene,… … dovevo selezionare la partita giusta e scendere in campo con il coltello tra i denti. Nel frattempo cercavo di incassare i “colpi” di amici e parenti… Per loro ero diventato l’illuso che vuole diventare ricco da un giorno all’altro. Ma poi, mesi dopo… … la situazione si è ribaltata a mio favore. Quasi per caso e con MOLTA fortuna, mi sono imbattuto in D
[Libro] - Scrivere per Vendere - La Bibbia del Copywriting - Marco Lutzu
Uomo barbuto del Dakota del nord diventa milionario vendendo… PIETRE?! Ecco il suo segreto Gary, come ogni sera, era al “Black Watch” di Los Gatos per bere una birra insieme agli amici. Una sera come le altre… o almeno così sembrava. Tra un boccale e l’altro, si mette ad origliare un’accesa discussione tra i suoi compari di bevute. Non parlano di donne, né di motori e tantomeno di sport. Per quanto possa sembrare strano per un gruppo di uomini californiani tracanna birre, l’argomento del giorno sono gli animali domestici… …per la precisione, lamentele sugli animali domestici. “Eh, il mio cane fa la pipì sul tappeto” “Il mio gatto ha rovinato il divano a suon di unghiate” ecc. ecc. Così Gary, con la sua solita ironia (e dopo qualche bicchiere di troppo), irrompe nella discussione: “Ragazzi, è per questo che l’animale domestico perfetto è LA PIETRA. Non vi causerà mai problemi del genere” Et voilà, risate scroscianti degli amici di bevute. Se ora ti dicessi che questa battuta è valsa a Gary oltre 15 milioni di dollari, non mi crederesti, vero? Eppure è la realtà dei fatti. Tra poco ti svelerò anche qual è il suo segreto. Una persona normale si sarebbe fermata a quella battuta, dimenticandosene dopo qualche altro sorso di birra… …ma Gary non era una persona normale. Era uno di quei tizi coscienti di cosa si può ottenere quando sai… “Scrivere per Vendere”. Si mise a riflettere e pensò che quell’idea poteva essere impacchettata in un prodotto capace di far scaturire la stessa reazione dei suoi amici… …ma a milioni di persone in tutti gli Stati Uniti D’America. Così Gary reclutò due colleghi come investitori, visitò un negozio di forniture per l'edilizia e comprò un carico di pietre da spiaggia messicane lisce, a circa un centesimo l’una. Poi fece costruire delle custodie di cartone, complete di fori per l’aria, dove ogni “pietra domestica” veniva poggiata teneramente su un nido di ramoscelli. E poi, il colpo da maestro, Il vero segreto di questa campagna, che ti spiegherò più tardi nel dettaglio: Un manuale di accompagnamento sulla cura, l'alimentazione e l'addestramento domestico della “Pietra” (lo so, forse non ci hai ancora capito niente. Troverai più chiarezza tra non molto.). È da questa pazza idea che nacque: “Pet Rocks”, ovvero delle pietre domestiche accompagnate da Pedigree. Il prodotto era pronto… però ora andava venduto. Già quella famosa sfida de “Vendimi una penna” è ardua… “Vendimi una pietra” rasenta l’impossibile. Almeno per chi non sa “Scrivere per Vendere”, ovvero chi non conosce l’arte del copywriting. Ma Gary era un copywriter. Un grande copywriter. Scrisse un annuncio seguendo i canoni della disciplina e lo pubblicò su diverse riviste in concomitanza del natale 1975. Un tempismo perfetto, vista la totale confusione delle famiglie sul regalo da fare ai propri cari durante il periodo natalizio. Risultato? 1.5 MILIONI di pietre vendute nel giro di 3 mesi. Dopo 6 mesi le vendite superarono i 15 milioni di dollari e Gary diventò il più classico dei “self-made millionaire”, ovvero un milionario dal giorno alla notte. Già… VENDENDO PIETRE. Come dicevo poco fa, per stessa ammissione di Gary, tutto ciò non sarebbe mai stato possibile senza le sue abilità da copywriter. Lascia che dia il via ad una riflessione. Se il copywriting può vendere milioni di inutili pietre, con attaccati milioni di dollari… …cosa può fare con dei prodotti e servizi “normali”? La soluzione mi sembra piuttosto ovvia. È per questo che il copywriting è essenziale per qualsiasi tipo di business. Fa la differenza perché cattura l’attenzione dei potenziali clienti e li porta a interessarsi al prodotto o servizio di un’azienda e… …come hai potuto vedere, se utilizzato nella maniera corretta, vende persino delle pietre! :D È questa consapevolezza che mi ha portato a scrivere la prima e unica bibbia del copywriting in italiano: “Scrivere per Vendere”. All’interno spiego in modo semplice, anche per chi è agli inizi, come scrivere annunci efficaci e che vendono… …grazie all’esperienza maturata dopo ce
[Libro] - Scrivere per Vendere - La Bibbia del Copywriting - Marco Lutzu
Uomo barbuto del Dakota del nord diventa milionario vendendo… PIETRE?! Ecco il suo segreto Gary, come ogni sera, era al “Black Watch” di Los Gatos per bere una birra insieme agli amici. Una sera come le altre… o almeno così sembrava. Tra un boccale e l’altro, si mette ad origliare un’accesa discussione tra i suoi compari di bevute. Non parlano di donne, né di motori e tantomeno di sport. Per quanto possa sembrare strano per un gruppo di uomini californiani tracanna birre, l’argomento del giorno sono gli animali domestici… …per la precisione, lamentele sugli animali domestici. “Eh, il mio cane fa la pipì sul tappeto” “Il mio gatto ha rovinato il divano a suon di unghiate” ecc. ecc. Così Gary, con la sua solita ironia (e dopo qualche bicchiere di troppo), irrompe nella discussione: “Ragazzi, è per questo che l’animale domestico perfetto è LA PIETRA. Non vi causerà mai problemi del genere” Et voilà, risate scroscianti degli amici di bevute. Se ora ti dicessi che questa battuta è valsa a Gary oltre 15 milioni di dollari, non mi crederesti, vero? Eppure è la realtà dei fatti. Tra poco ti svelerò anche qual è il suo segreto. Una persona normale si sarebbe fermata a quella battuta, dimenticandosene dopo qualche altro sorso di birra… …ma Gary non era una persona normale. Era uno di quei tizi coscienti di cosa si può ottenere quando sai… “Scrivere per Vendere”. Si mise a riflettere e pensò che quell’idea poteva essere impacchettata in un prodotto capace di far scaturire la stessa reazione dei suoi amici… …ma a milioni di persone in tutti gli Stati Uniti D’America. Così Gary reclutò due colleghi come investitori, visitò un negozio di forniture per l'edilizia e comprò un carico di pietre da spiaggia messicane lisce, a circa un centesimo l’una. Poi fece costruire delle custodie di cartone, complete di fori per l’aria, dove ogni “pietra domestica” veniva poggiata teneramente su un nido di ramoscelli. E poi, il colpo da maestro, Il vero segreto di questa campagna, che ti spiegherò più tardi nel dettaglio: Un manuale di accompagnamento sulla cura, l'alimentazione e l'addestramento domestico della “Pietra” (lo so, forse non ci hai ancora capito niente. Troverai più chiarezza tra non molto.). È da questa pazza idea che nacque: “Pet Rocks”, ovvero delle pietre domestiche accompagnate da Pedigree. Il prodotto era pronto… però ora andava venduto. Già quella famosa sfida de “Vendimi una penna” è ardua… “Vendimi una pietra” rasenta l’impossibile. Almeno per chi non sa “Scrivere per Vendere”, ovvero chi non conosce l’arte del copywriting. Ma Gary era un copywriter. Un grande copywriter. Scrisse un annuncio seguendo i canoni della disciplina e lo pubblicò su diverse riviste in concomitanza del natale 1975. Un tempismo perfetto, vista la totale confusione delle famiglie sul regalo da fare ai propri cari durante il periodo natalizio. Risultato? 1.5 MILIONI di pietre vendute nel giro di 3 mesi. Dopo 6 mesi le vendite superarono i 15 milioni di dollari e Gary diventò il più classico dei “self-made millionaire”, ovvero un milionario dal giorno alla notte. Già… VENDENDO PIETRE. Come dicevo poco fa, per stessa ammissione di Gary, tutto ciò non sarebbe mai stato possibile senza le sue abilità da copywriter. Lascia che dia il via ad una riflessione. Se il copywriting può vendere milioni di inutili pietre, con attaccati milioni di dollari… …cosa può fare con dei prodotti e servizi “normali”? La soluzione mi sembra piuttosto ovvia. È per questo che il copywriting è essenziale per qualsiasi tipo di business. Fa la differenza perché cattura l’attenzione dei potenziali clienti e li porta a interessarsi al prodotto o servizio di un’azienda e… …come hai potuto vedere, se utilizzato nella maniera corretta, vende persino delle pietre! :D È questa consapevolezza che mi ha portato a scrivere la prima e unica bibbia del copywriting in italiano: “Scrivere per Vendere”. All’interno spiego in modo semplice, anche per chi è agli inizi, come scrivere annunci efficaci e che vendono… …grazie all’esperienza maturata dopo ce
[Libro] - Scrivere per Vendere - La Bibbia del Copywriting - Marco Lutzu
Uomo barbuto del Dakota del nord diventa milionario vendendo… PIETRE?! Ecco il suo segreto Gary, come ogni sera, era al “Black Watch” di Los Gatos per bere una birra insieme agli amici. Una sera come le altre… o almeno così sembrava. Tra un boccale e l’altro, si mette ad origliare un’accesa discussione tra i suoi compari di bevute. Non parlano di donne, né di motori e tantomeno di sport. Per quanto possa sembrare strano per un gruppo di uomini californiani tracanna birre, l’argomento del giorno sono gli animali domestici… …per la precisione, lamentele sugli animali domestici. “Eh, il mio cane fa la pipì sul tappeto” “Il mio gatto ha rovinato il divano a suon di unghiate” ecc. ecc. Così Gary, con la sua solita ironia (e dopo qualche bicchiere di troppo), irrompe nella discussione: “Ragazzi, è per questo che l’animale domestico perfetto è LA PIETRA. Non vi causerà mai problemi del genere” Et voilà, risate scroscianti degli amici di bevute. Se ora ti dicessi che questa battuta è valsa a Gary oltre 15 milioni di dollari, non mi crederesti, vero? Eppure è la realtà dei fatti. Tra poco ti svelerò anche qual è il suo segreto. Una persona normale si sarebbe fermata a quella battuta, dimenticandosene dopo qualche altro sorso di birra… …ma Gary non era una persona normale. Era uno di quei tizi coscienti di cosa si può ottenere quando sai… “Scrivere per Vendere”. Si mise a riflettere e pensò che quell’idea poteva essere impacchettata in un prodotto capace di far scaturire la stessa reazione dei suoi amici… …ma a milioni di persone in tutti gli Stati Uniti D’America. Così Gary reclutò due colleghi come investitori, visitò un negozio di forniture per l'edilizia e comprò un carico di pietre da spiaggia messicane lisce, a circa un centesimo l’una. Poi fece costruire delle custodie di cartone, complete di fori per l’aria, dove ogni “pietra domestica” veniva poggiata teneramente su un nido di ramoscelli. E poi, il colpo da maestro, Il vero segreto di questa campagna, che ti spiegherò più tardi nel dettaglio: Un manuale di accompagnamento sulla cura, l'alimentazione e l'addestramento domestico della “Pietra” (lo so, forse non ci hai ancora capito niente. Troverai più chiarezza tra non molto.). È da questa pazza idea che nacque: “Pet Rocks”, ovvero delle pietre domestiche accompagnate da Pedigree. Il prodotto era pronto… però ora andava venduto. Già quella famosa sfida de “Vendimi una penna” è ardua… “Vendimi una pietra” rasenta l’impossibile. Almeno per chi non sa “Scrivere per Vendere”, ovvero chi non conosce l’arte del copywriting. Ma Gary era un copywriter. Un grande copywriter. Scrisse un annuncio seguendo i canoni della disciplina e lo pubblicò su diverse riviste in concomitanza del natale 1975. Un tempismo perfetto, vista la totale confusione delle famiglie sul regalo da fare ai propri cari durante il periodo natalizio. Risultato? 1.5 MILIONI di pietre vendute nel giro di 3 mesi. Dopo 6 mesi le vendite superarono i 15 milioni di dollari e Gary diventò il più classico dei “self-made millionaire”, ovvero un milionario dal giorno alla notte. Già… VENDENDO PIETRE. Come dicevo poco fa, per stessa ammissione di Gary, tutto ciò non sarebbe mai stato possibile senza le sue abilità da copywriter. Lascia che dia il via ad una riflessione. Se il copywriting può vendere milioni di inutili pietre, con attaccati milioni di dollari… …cosa può fare con dei prodotti e servizi “normali”? La soluzione mi sembra piuttosto ovvia. È per questo che il copywriting è essenziale per qualsiasi tipo di business. Fa la differenza perché cattura l’attenzione dei potenziali clienti e li porta a interessarsi al prodotto o servizio di un’azienda e… …come hai potuto vedere, se utilizzato nella maniera corretta, vende persino delle pietre! :D È questa consapevolezza che mi ha portato a scrivere la prima e unica bibbia del copywriting in italiano: “Scrivere per Vendere”. All’interno spiego in modo semplice, anche per chi è agli inizi, come scrivere annunci efficaci e che vendono… …grazie all’esperienza maturata dopo ce
[Libro] - Scrivere per Vendere - La Bibbia del Copywriting - Marco Lutzu
Uomo barbuto del Dakota del nord diventa milionario vendendo… PIETRE?! Ecco il suo segreto Gary, come ogni sera, era al “Black Watch” di Los Gatos per bere una birra insieme agli amici. Una sera come le altre… o almeno così sembrava. Tra un boccale e l’altro, si mette ad origliare un’accesa discussione tra i suoi compari di bevute. Non parlano di donne, né di motori e tantomeno di sport. Per quanto possa sembrare strano per un gruppo di uomini californiani tracanna birre, l’argomento del giorno sono gli animali domestici… …per la precisione, lamentele sugli animali domestici. “Eh, il mio cane fa la pipì sul tappeto” “Il mio gatto ha rovinato il divano a suon di unghiate” ecc. ecc. Così Gary, con la sua solita ironia (e dopo qualche bicchiere di troppo), irrompe nella discussione: “Ragazzi, è per questo che l’animale domestico perfetto è LA PIETRA. Non vi causerà mai problemi del genere” Et voilà, risate scroscianti degli amici di bevute. Se ora ti dicessi che questa battuta è valsa a Gary oltre 15 milioni di dollari, non mi crederesti, vero? Eppure è la realtà dei fatti. Tra poco ti svelerò anche qual è il suo segreto. Una persona normale si sarebbe fermata a quella battuta, dimenticandosene dopo qualche altro sorso di birra… …ma Gary non era una persona normale. Era uno di quei tizi coscienti di cosa si può ottenere quando sai… “Scrivere per Vendere”. Si mise a riflettere e pensò che quell’idea poteva essere impacchettata in un prodotto capace di far scaturire la stessa reazione dei suoi amici… …ma a milioni di persone in tutti gli Stati Uniti D’America. Così Gary reclutò due colleghi come investitori, visitò un negozio di forniture per l'edilizia e comprò un carico di pietre da spiaggia messicane lisce, a circa un centesimo l’una. Poi fece costruire delle custodie di cartone, complete di fori per l’aria, dove ogni “pietra domestica” veniva poggiata teneramente su un nido di ramoscelli. E poi, il colpo da maestro, Il vero segreto di questa campagna, che ti spiegherò più tardi nel dettaglio: Un manuale di accompagnamento sulla cura, l'alimentazione e l'addestramento domestico della “Pietra” (lo so, forse non ci hai ancora capito niente. Troverai più chiarezza tra non molto.). È da questa pazza idea che nacque: “Pet Rocks”, ovvero delle pietre domestiche accompagnate da Pedigree. Il prodotto era pronto… però ora andava venduto. Già quella famosa sfida de “Vendimi una penna” è ardua… “Vendimi una pietra” rasenta l’impossibile. Almeno per chi non sa “Scrivere per Vendere”, ovvero chi non conosce l’arte del copywriting. Ma Gary era un copywriter. Un grande copywriter. Scrisse un annuncio seguendo i canoni della disciplina e lo pubblicò su diverse riviste in concomitanza del natale 1975. Un tempismo perfetto, vista la totale confusione delle famiglie sul regalo da fare ai propri cari durante il periodo natalizio. Risultato? 1.5 MILIONI di pietre vendute nel giro di 3 mesi. Dopo 6 mesi le vendite superarono i 15 milioni di dollari e Gary diventò il più classico dei “self-made millionaire”, ovvero un milionario dal giorno alla notte. Già… VENDENDO PIETRE. Come dicevo poco fa, per stessa ammissione di Gary, tutto ciò non sarebbe mai stato possibile senza le sue abilità da copywriter. Lascia che dia il via ad una riflessione. Se il copywriting può vendere milioni di inutili pietre, con attaccati milioni di dollari… …cosa può fare con dei prodotti e servizi “normali”? La soluzione mi sembra piuttosto ovvia. È per questo che il copywriting è essenziale per qualsiasi tipo di business. Fa la differenza perché cattura l’attenzione dei potenziali clienti e li porta a interessarsi al prodotto o servizio di un’azienda e… …come hai potuto vedere, se utilizzato nella maniera corretta, vende persino delle pietre! :D È questa consapevolezza che mi ha portato a scrivere la prima e unica bibbia del copywriting in italiano: “Scrivere per Vendere”. All’interno spiego in modo semplice, anche per chi è agli inizi, come scrivere annunci efficaci e che vendono… …grazie all’esperienza maturata dopo ce
[Libro] - Scrivere per Vendere - La Bibbia del Copywriting - Marco Lutzu
Uomo barbuto del Dakota del nord diventa milionario vendendo… PIETRE?! Ecco il suo segreto Gary, come ogni sera, era al “Black Watch” di Los Gatos per bere una birra insieme agli amici. Una sera come le altre… o almeno così sembrava. Tra un boccale e l’altro, si mette ad origliare un’accesa discussione tra i suoi compari di bevute. Non parlano di donne, né di motori e tantomeno di sport. Per quanto possa sembrare strano per un gruppo di uomini californiani tracanna birre, l’argomento del giorno sono gli animali domestici… …per la precisione, lamentele sugli animali domestici. “Eh, il mio cane fa la pipì sul tappeto” “Il mio gatto ha rovinato il divano a suon di unghiate” ecc. ecc. Così Gary, con la sua solita ironia (e dopo qualche bicchiere di troppo), irrompe nella discussione: “Ragazzi, è per questo che l’animale domestico perfetto è LA PIETRA. Non vi causerà mai problemi del genere” Et voilà, risate scroscianti degli amici di bevute. Se ora ti dicessi che questa battuta è valsa a Gary oltre 15 milioni di dollari, non mi crederesti, vero? Eppure è la realtà dei fatti. Tra poco ti svelerò anche qual è il suo segreto. Una persona normale si sarebbe fermata a quella battuta, dimenticandosene dopo qualche altro sorso di birra… …ma Gary non era una persona normale. Era uno di quei tizi coscienti di cosa si può ottenere quando sai… “Scrivere per Vendere”. Si mise a riflettere e pensò che quell’idea poteva essere impacchettata in un prodotto capace di far scaturire la stessa reazione dei suoi amici… …ma a milioni di persone in tutti gli Stati Uniti D’America. Così Gary reclutò due colleghi come investitori, visitò un negozio di forniture per l'edilizia e comprò un carico di pietre da spiaggia messicane lisce, a circa un centesimo l’una. Poi fece costruire delle custodie di cartone, complete di fori per l’aria, dove ogni “pietra domestica” veniva poggiata teneramente su un nido di ramoscelli. E poi, il colpo da maestro, Il vero segreto di questa campagna, che ti spiegherò più tardi nel dettaglio: Un manuale di accompagnamento sulla cura, l'alimentazione e l'addestramento domestico della “Pietra” (lo so, forse non ci hai ancora capito niente. Troverai più chiarezza tra non molto.). È da questa pazza idea che nacque: “Pet Rocks”, ovvero delle pietre domestiche accompagnate da Pedigree. Il prodotto era pronto… però ora andava venduto. Già quella famosa sfida de “Vendimi una penna” è ardua… “Vendimi una pietra” rasenta l’impossibile. Almeno per chi non sa “Scrivere per Vendere”, ovvero chi non conosce l’arte del copywriting. Ma Gary era un copywriter. Un grande copywriter. Scrisse un annuncio seguendo i canoni della disciplina e lo pubblicò su diverse riviste in concomitanza del natale 1975. Un tempismo perfetto, vista la totale confusione delle famiglie sul regalo da fare ai propri cari durante il periodo natalizio. Risultato? 1.5 MILIONI di pietre vendute nel giro di 3 mesi. Dopo 6 mesi le vendite superarono i 15 milioni di dollari e Gary diventò il più classico dei “self-made millionaire”, ovvero un milionario dal giorno alla notte. Già… VENDENDO PIETRE. Come dicevo poco fa, per stessa ammissione di Gary, tutto ciò non sarebbe mai stato possibile senza le sue abilità da copywriter. Lascia che dia il via ad una riflessione. Se il copywriting può vendere milioni di inutili pietre, con attaccati milioni di dollari… …cosa può fare con dei prodotti e servizi “normali”? La soluzione mi sembra piuttosto ovvia. È per questo che il copywriting è essenziale per qualsiasi tipo di business. Fa la differenza perché cattura l’attenzione dei potenziali clienti e li porta a interessarsi al prodotto o servizio di un’azienda e… …come hai potuto vedere, se utilizzato nella maniera corretta, vende persino delle pietre! :D È questa consapevolezza che mi ha portato a scrivere la prima e unica bibbia del copywriting in italiano: “Scrivere per Vendere”. All’interno spiego in modo semplice, anche per chi è agli inizi, come scrivere annunci efficaci e che vendono… …grazie all’esperienza maturata dopo ce
Amazon.it: elettronica, libri, musica, fashion, videogiochi, DVD e tanto altro
eBook - Fuori dalle Forme ... “Voglio sbirciare al di là di questa grossa fessura” pensò. Così facendo luce con la lanterna si avvicinò alla fessura più grande... improvvisamente il suo respiro si fece più profondo. “Ok, conterò fino a dieci e poi guarderò fuori dalla fessura”! Prese un bel respiro .. “Uno...” disse.. Iniziò ad avere le gambe più pesanti... “Due” anche le braccia si erano appesantite “Tre” il suo respiro divenne sempre più pesante... “Quattro” iniziò ad avere i brividi. “Cinque” sebbene avesse freddo iniziò a sudare. “Sei“ ogni respiro divenne ancora più profondo... “Sette” la mano destra e la lanterna iniziarono a tremare. “Otto” spostò il suo capo, pieno di dubbi, verso la fessura. “Nove” K. iniziò per la prima volta a provare davvero paura, non sapeva cosa si celasse dietro a quella fessura, l’ignoto lo terrorizzava ma al contempo era troppo curioso e.. ... Continua a leggere questo eBook Disponibile su Amazon a soli 2,99 € ⤵️
Amazon.it: elettronica, libri, musica, fashion, videogiochi, DVD e tanto altro
eBook - Fuori dalle Forme ... “Voglio sbirciare al di là di questa grossa fessura” pensò. Così facendo luce con la lanterna si avvicinò alla fessura più grande... improvvisamente il suo respiro si fece più profondo. “Ok, conterò fino a dieci e poi guarderò fuori dalla fessura”! Prese un bel respiro .. “Uno...” disse.. Iniziò ad avere le gambe più pesanti... “Due” anche le braccia si erano appesantite “Tre” il suo respiro divenne sempre più pesante... “Quattro” iniziò ad avere i brividi. “Cinque” sebbene avesse freddo iniziò a sudare. “Sei“ ogni respiro divenne ancora più profondo... “Sette” la mano destra e la lanterna iniziarono a tremare. “Otto” spostò il suo capo, pieno di dubbi, verso la fessura. “Nove” K. iniziò per la prima volta a provare davvero paura, non sapeva cosa si celasse dietro a quella fessura, l’ignoto lo terrorizzava ma al contempo era troppo curioso e.. ... Continua a leggere questo eBook disponibile su Amazon ⤵️
[Libro] - Scrivere per Vendere - La Bibbia del Copywriting - Marco Lutzu
Uomo barbuto del Dakota del nord diventa milionario vendendo… PIETRE?! Ecco il suo segreto Gary, come ogni sera, era al “Black Watch” di Los Gatos per bere una birra insieme agli amici. Una sera come le altre… o almeno così sembrava. Tra un boccale e l’altro, si mette ad origliare un’accesa discussione tra i suoi compari di bevute. Non parlano di donne, né di motori e tantomeno di sport. Per quanto possa sembrare strano per un gruppo di uomini californiani tracanna birre, l’argomento del giorno sono gli animali domestici… …per la precisione, lamentele sugli animali domestici. “Eh, il mio cane fa la pipì sul tappeto” “Il mio gatto ha rovinato il divano a suon di unghiate” ecc. ecc. Così Gary, con la sua solita ironia (e dopo qualche bicchiere di troppo), irrompe nella discussione: “Ragazzi, è per questo che l’animale domestico perfetto è LA PIETRA. Non vi causerà mai problemi del genere” Et voilà, risate scroscianti degli amici di bevute. Se ora ti dicessi che questa battuta è valsa a Gary oltre 15 milioni di dollari, non mi crederesti, vero? Eppure è la realtà dei fatti. Tra poco ti svelerò anche qual è il suo segreto. Una persona normale si sarebbe fermata a quella battuta, dimenticandosene dopo qualche altro sorso di birra… …ma Gary non era una persona normale. Era uno di quei tizi coscienti di cosa si può ottenere quando sai… “Scrivere per Vendere”. Si mise a riflettere e pensò che quell’idea poteva essere impacchettata in un prodotto capace di far scaturire la stessa reazione dei suoi amici… …ma a milioni di persone in tutti gli Stati Uniti D’America. Così Gary reclutò due colleghi come investitori, visitò un negozio di forniture per l'edilizia e comprò un carico di pietre da spiaggia messicane lisce, a circa un centesimo l’una. Poi fece costruire delle custodie di cartone, complete di fori per l’aria, dove ogni “pietra domestica” veniva poggiata teneramente su un nido di ramoscelli. E poi, il colpo da maestro, Il vero segreto di questa campagna, che ti spiegherò più tardi nel dettaglio: Un manuale di accompagnamento sulla cura, l'alimentazione e l'addestramento domestico della “Pietra” (lo so, forse non ci hai ancora capito niente. Troverai più chiarezza tra non molto.). È da questa pazza idea che nacque: “Pet Rocks”, ovvero delle pietre domestiche accompagnate da Pedigree. Il prodotto era pronto… però ora andava venduto. Già quella famosa sfida de “Vendimi una penna” è ardua… “Vendimi una pietra” rasenta l’impossibile. Almeno per chi non sa “Scrivere per Vendere”, ovvero chi non conosce l’arte del copywriting. Ma Gary era un copywriter. Un grande copywriter. Scrisse un annuncio seguendo i canoni della disciplina e lo pubblicò su diverse riviste in concomitanza del natale 1975. Un tempismo perfetto, vista la totale confusione delle famiglie sul regalo da fare ai propri cari durante il periodo natalizio. Risultato? 1.5 MILIONI di pietre vendute nel giro di 3 mesi. Dopo 6 mesi le vendite superarono i 15 milioni di dollari e Gary diventò il più classico dei “self-made millionaire”, ovvero un milionario dal giorno alla notte. Già… VENDENDO PIETRE. Come dicevo poco fa, per stessa ammissione di Gary, tutto ciò non sarebbe mai stato possibile senza le sue abilità da copywriter. Lascia che dia il via ad una riflessione. Se il copywriting può vendere milioni di inutili pietre, con attaccati milioni di dollari… …cosa può fare con dei prodotti e servizi “normali”? La soluzione mi sembra piuttosto ovvia. È per questo che il copywriting è essenziale per qualsiasi tipo di business. Fa la differenza perché cattura l’attenzione dei potenziali clienti e li porta a interessarsi al prodotto o servizio di un’azienda e… …come hai potuto vedere, se utilizzato nella maniera corretta, vende persino delle pietre! :D È questa consapevolezza che mi ha portato a scrivere la prima e unica bibbia del copywriting in italiano: “Scrivere per Vendere”. All’interno spiego in modo semplice, anche per chi è agli inizi, come scrivere annunci efficaci e che vendono… …grazie all’esperienza maturata dopo ce
[Libro] - Scrivere per Vendere - La Bibbia del Copywriting - Marco Lutzu
Uomo barbuto del Dakota del nord diventa milionario vendendo… PIETRE?! Ecco il suo segreto Gary, come ogni sera, era al “Black Watch” di Los Gatos per bere una birra insieme agli amici. Una sera come le altre… o almeno così sembrava. Tra un boccale e l’altro, si mette ad origliare un’accesa discussione tra i suoi compari di bevute. Non parlano di donne, né di motori e tantomeno di sport. Per quanto possa sembrare strano per un gruppo di uomini californiani tracanna birre, l’argomento del giorno sono gli animali domestici… …per la precisione, lamentele sugli animali domestici. “Eh, il mio cane fa la pipì sul tappeto” “Il mio gatto ha rovinato il divano a suon di unghiate” ecc. ecc. Così Gary, con la sua solita ironia (e dopo qualche bicchiere di troppo), irrompe nella discussione: “Ragazzi, è per questo che l’animale domestico perfetto è LA PIETRA. Non vi causerà mai problemi del genere” Et voilà, risate scroscianti degli amici di bevute. Se ora ti dicessi che questa battuta è valsa a Gary oltre 15 milioni di dollari, non mi crederesti, vero? Eppure è la realtà dei fatti. Tra poco ti svelerò anche qual è il suo segreto. Una persona normale si sarebbe fermata a quella battuta, dimenticandosene dopo qualche altro sorso di birra… …ma Gary non era una persona normale. Era uno di quei tizi coscienti di cosa si può ottenere quando sai… “Scrivere per Vendere”. Si mise a riflettere e pensò che quell’idea poteva essere impacchettata in un prodotto capace di far scaturire la stessa reazione dei suoi amici… …ma a milioni di persone in tutti gli Stati Uniti D’America. Così Gary reclutò due colleghi come investitori, visitò un negozio di forniture per l'edilizia e comprò un carico di pietre da spiaggia messicane lisce, a circa un centesimo l’una. Poi fece costruire delle custodie di cartone, complete di fori per l’aria, dove ogni “pietra domestica” veniva poggiata teneramente su un nido di ramoscelli. E poi, il colpo da maestro, Il vero segreto di questa campagna, che ti spiegherò più tardi nel dettaglio: Un manuale di accompagnamento sulla cura, l'alimentazione e l'addestramento domestico della “Pietra” (lo so, forse non ci hai ancora capito niente. Troverai più chiarezza tra non molto.). È da questa pazza idea che nacque: “Pet Rocks”, ovvero delle pietre domestiche accompagnate da Pedigree. Il prodotto era pronto… però ora andava venduto. Già quella famosa sfida de “Vendimi una penna” è ardua… “Vendimi una pietra” rasenta l’impossibile. Almeno per chi non sa “Scrivere per Vendere”, ovvero chi non conosce l’arte del copywriting. Ma Gary era un copywriter. Un grande copywriter. Scrisse un annuncio seguendo i canoni della disciplina e lo pubblicò su diverse riviste in concomitanza del natale 1975. Un tempismo perfetto, vista la totale confusione delle famiglie sul regalo da fare ai propri cari durante il periodo natalizio. Risultato? 1.5 MILIONI di pietre vendute nel giro di 3 mesi. Dopo 6 mesi le vendite superarono i 15 milioni di dollari e Gary diventò il più classico dei “self-made millionaire”, ovvero un milionario dal giorno alla notte. Già… VENDENDO PIETRE. Come dicevo poco fa, per stessa ammissione di Gary, tutto ciò non sarebbe mai stato possibile senza le sue abilità da copywriter. Lascia che dia il via ad una riflessione. Se il copywriting può vendere milioni di inutili pietre, con attaccati milioni di dollari… …cosa può fare con dei prodotti e servizi “normali”? La soluzione mi sembra piuttosto ovvia. È per questo che il copywriting è essenziale per qualsiasi tipo di business. Fa la differenza perché cattura l’attenzione dei potenziali clienti e li porta a interessarsi al prodotto o servizio di un’azienda e… …come hai potuto vedere, se utilizzato nella maniera corretta, vende persino delle pietre! :D È questa consapevolezza che mi ha portato a scrivere la prima e unica bibbia del copywriting in italiano: “Scrivere per Vendere”. All’interno spiego in modo semplice, anche per chi è agli inizi, come scrivere annunci efficaci e che vendono… …grazie all’esperienza maturata dopo ce